Artigianato

2012-10-07

Strumenti musicali artigianali

 

La ciaramella è uno strumento popolare a fiato, composto da formato da un piffero di legno collegato ad un otre, fatto solitamente di pelle di capra.

Il tamburello, strumento a percussione, è costituito da un cerchio di legno sul quale viene tesa una membrana di pelle di capra o gatto selvatico.

Il fischiotto è un flauto, ricavato da un pezzo di canna, con un foro per il pollice, posto dietro, e quattro per le altre dita.

Infine abbiamo la lyra, lo strumento probabilmente più originale e meno conosciuto. Descritta come una piccola chitarra a tre corde, la lyra sarebbe arrivata in Europa durante il Medioevo, proveniente dall’area bizantina.

Per quanto riguarda l’area calabrese, sappiamo che ancora oggi esistono comunità grecaniche, (come Bova, Roghudi, Gallicianò), testimonianza dell’influenza che il mondo ellenico ebbe sull’Italia meridionale. La lyra si diffuse soprattutto in quattro centri: due sulla costa tirrenica, Vibo e Nicotera, dove la sua presenza ultimamente tende a scomparire, e due su quella jonica, Locri e Gioiosa Jonica, dove invece ancora oggi viene utilizzata, soprattutto in occasione di ricorrenze particolari.